• 11 Agosto 2022 3:39

Anastasia Kuzmina abbandona i social dopo i missili su Kiev

Anastasia Kuzmina, professionista di Ballando con le Stelle, nata e cresciuta a Kiev poi naturalizzata italiana con il trasferimento a Bologna ha spiegato ai social di stare bene ma anche di non voler utilizzare l’account – almeno per il momento –  perché è in ansia per parte della sua famiglia che ancora si troverebbe nel suo paese d’origine.

“I miei nonni e mia zia sono a Kiev. Sto facendo il possibile per portarli qua, ma non è semplice. Sto seguendo l’argomento molto da vicino e per questo non me la sento di parlarne”, ha comunicato la ballerina. I genitori per fortuna si trovano a Roma, mentre il fratello in Gran Bretagna.

Anastasia post Kiev

La quinta classificata di Ballando con le Stelle 16 a poche ore dall’effettivo scoppio della guerra in Ucraina ha espresso la sua preoccupazione in una serie di Instagram Stories per poi pubblicare la bandiera della sua nazione in un recentissimo post sul suo account social. La ballerina è in ansia per quello che sta succedendo nel suo paese d’origine tanto da aver voluto esprimere simbolicamente i suoi compatrioti.

Anastasia Kuzmina e la paura della guerra

Quando i venti di guerra hanno iniziato a soffiare verso l’Europa orientale, per la danzatrice non  è stato affatto semplice rimanere tranquilla. Parte della sua famiglia si trova nella capitale di Kiev, una situazione che le crea ansia particolarmente per la nonna e la zia. In quell’occasione la professionista non ha negato di star affrontando il tutto con facilità. Anzi, le difficoltà in merito all’arrivo dei suoi familiari in Italia sembra essere molto difficile.

Non è chiaro se la ventottenne sia riuscita nel suo intento o meno, o se tra le tante persone che in questo momento stanno scappando per i bombardamenti non ci siano alcuni dei componenti della sua famiglia. Ora, resta da vedere se la ballerina riuscirà a tenere chiuso il profilo Instagram, oppure cederà e cercherà di dare altre informazioni e dunque aggiornamenti sulla situazione.

Condividi sui social
Follow by Email
TWITTER
Visit Us
Follow Me
YouTube
Instagram