“House of Gucci”, alla prima di Milano c’era anche Barbara D’Urso

TROPPO FIGO LOGO STORE

Ieri sera si è tenuta a Milano la premiere italiana di House of Gucci. Il lungometraggio, diretto da Ridley Scott, porterà sul grande schermo il controverso omicidio di Maurizio Gucci, commissionato dall’ex moglie Patrizia Reggiani. Per l’occasione, ad infuocare il capoluogo lombardo è intervenuto il cast stellare della pellicola, tra cui Lady Gaga. La star Premio Oscar ha infatti illuminato il red carpet, fasciata in uno splendido Versace rosso fuoco, con uno spacco vertiginoso, in attesa della puntata di stasera di Che tempo che fa. Numerose sono state le star nostrane accorse ad assistere il film evento, che uscirà nelle sale il prossimo 16 dicembre. Tra tutte, è impossibile non menzionare Barbara d’Urso.

ideafashion

Barbara d’Urso, il volto di Pomeriggio Cinque alla premiere di House of Gucci

Non solo Simona Ventura, anche Barbara d’Urso sembra essere una fan di Lady Gaga! Se molti, infatti, non possono fare a meno di ricordare la celebre intervista di una Ventura, visibilmente emozionata, all’artista di A Star Is Born – quando ancora muoveva i primi passi nel mondo della musica – adesso penseranno anche a Barbara d’Urso. La conduttrice di Pomeriggio Cinque ha difatti condiviso alcune Instagram Stories, mostrandosi sul red carpet adibito all’evento.

Barbara dUrso House of Gucci

La conduttrice di Cologno Monzese, ovviamente, non era l’unica star nostrana presente alla premiere. Ad assistere all’attesissima pellicola, che vanta la presenza di Adam Driver, Jeremy IronsAl PacinoJared Leto Salma Hayek, sono accorse molte altre personalità dello showbiz. Tra tutte: Bianca GuacceroTommaso ZorziCristina Parodi ed Elisabetta Gregoraci, per citarne alcune. Insomma, è chiaro ormai il fatto che House of Gucci sia tra i progetti cinematografici più attesi della stagione. C’è inoltre chi già lo designa come uno dei lungometraggi di punta per la prossima edizione dei Premi Oscar, dando ormai per certa la nomination di Lady Gaga.

Condividi l'articolo

Lascia una risposta