Mattino Cinque, slitta la data d’inizio

La trasmissione di Simona Branchetti, infatti, secondo quanto riportato dal quotidiano, durante quest’estate avrebbe raggiunto ottimi risultati. Buoni dati d’ascolto, con picchi superiori al 15% di share, hanno fatto sì che Mediaset decidesse di prolungare la messa in onda del programma, ma non solo. Infatti, nel cambiare le carte in tavola del nuovo palinsesto sarebbero stati decisivi i costi di produzione. Mattino Cinque con Federica Panicucci per Canale 5 avrebbe un costo di gran lunga più elevato rispetto al programma d’informazione di Simona Branchetti.

Federica Panicucci salta la messa in onda e slitta a fine settembre: colpa dei costi elevati di Mattino Cinque

Sarebbero state le spese di Mattino Cinque la causa del ridimensionamento del palinsesto invernale. Il programma informativo condotto da anni da Federica Panicucci costerebbe infatti ben 30mila euro a Mediaset, contro i 3mila che invece sarebbero spesi per Simona Branchetti. 27mila euro di differenza e che hanno convinto la rete ammiraglia a far slittare Federica Panicucci al 20 settembre. Morning News durante questa stagione estiva è riuscito a competere degnamente con gli altri programmi avversari, ottenendo ottimi ascolti. Chissà se Mediaset deciderà di affidare a Simona Branchetti qualche altro nuovo progetto.

 

Condividi l'articolo

Lascia una risposta