Unomattina in famiglia, Monica Setta: “Felice e stupita per una sorpresa”

foto Monica Setta 14 novembre

Monica Setta “Ho ricevuto una sorpresa che mi ha resa felice”, la sua confessione sui social

Ha molto apprezzato un articolo a lei dedicato Monica Setta, pubblicato su Io Donna, il femminile del Corriere della Sera. La conduttrice di Unomattina in famiglia una ventina d’anni fa è stata proprio una delle penne di Io Donna, motivo per il quale ha voluto condividere sui social la gioia per un bellissimo articolo sulla sua carriera, pubblicato ieri.

ideafashion

Sono arrivata a Io Donna alla fine degli anni ’90. La direttrice mi ha affidato una rubrica di moda e costume diventata, velocemente, la pagina più letta dell’allegato

ha raccontato, continuando: “All’epoca ero caporedattore a Capital, che in seguito ho lasciato per assumere la stessa carica nella redazione romana di Io Donna… sono stati anni bellissimi!”.

Regali di Natale: Scopri le migliori offerte Amazon, iscriviti al nostro gruppo Facebook

Monica Setta e i suoi primi passi in televisione: “Ecco quando ho iniziato ad accettare gli inviti”

Sempre ricordando quegli anni Monica Setta sui social ha raccontato: “In quel periodo ho cominciato ad accettare i primi inviti in televisione, fino a firmare un contratto con La7, dove nel 2002 ho fatto il mio primissimo programma, Donne allo specchio, ideato da Maurizio Costanzo”.

Da quell’esperienza, il passaggio alla televisione che avevo rifiutato all’inizio degli anni ’90 quando seguivo da cronista per MF Silvio Berlusconi, fu repentino e direi, fatale

ha poi aggiunto.

Monica Setta ammette: “Da lettrice sono rimasta sempre fedele a Io Donna. Bellissima la sorpresa ricevuta!”

La conduttrice di Unomattina in famiglia (reduce dall’ennesimo successo in ascolti) ha poi riepilogato gli anni successivi, passati sempre tra testate e tv, fino a rivelare: “Da lettrice sono rimasta sempre fedele a Io Donna, perciò quando ho trovato l’articolo pubblicato ieri dedicato a me, mi sono stupita e subito dopo mi sono sentita felice”.

Condividi l'articolo

Lascia una risposta