Pamela Prati rivela: “Ho pensato di togliermi la vita”

Dopo varie interviste e la pubblicazione del suo libro Come una carezza, la showgirl italiana Pamela Prati torna a parlare del caso di Mark Caltagirone, che nel 2019 ha lasciato tutti a bocca aperta. Dopo la notizia del raggiro amoroso subito dal pallavolista Roberto Cazzaniga da parte della modella Alessandra Ambrosio, alla quale il campione ha creduto di essere legato per ben 15 anni, la Prati ripercorre le sue sofferenze in un’intervista al Corriere della Sera svelando nuovi dettagli sulla soap opera che fece appassionare gli italiani.

Regali di Natale: Scopri le migliori offerte Amazon, iscriviti al nostro gruppo Facebook

Rivedendosi nella vicenda raccontata dall’ex-campione, la showgirl confessa un dettaglio che la ferisce: “La cosa che mi ferisce di più è che intorno a Roberto Cazzaniga si è formato un cordone di solidarietà, quando è successo a me sono stata messa alla gogna”. Un vero e proprio sfogo dell’ex modella sarda, che manifesta ancora delle ferite aperte a riguardo del matrimonio fantasma.

Sono stata manipolata da due persone che conoscevano le mie fragilità”, si giustifica così dalle accuse che la vedono come l’artefice del suo stesso dramma. “La verità è che la gente raggirata come me finisce per essere anche derubata, Cazzaniga ha speso 700 mila euro e si è persino indebitato”, commenta l’attrice che a Giugno ha annunciato il suo impegno con l’associazione ALCY, che cura chi è stato truffato in amore.

Regali di Natale: Scopri le migliori offerte Amazon, iscriviti al nostro gruppo Facebook

Pamela Prati oggi: la dichiarazione drammatica

Non meno pesanti le dichiarazioni che ha aggiunto l’ex modella per descrivere l’impatto emotivo che il Prati-gate ha avuto sulla sua vita privata. La vicenda ha infatti assunto una svolta drammatica, come lei stessa confessa: “Non l’ho mai detto prima, ma ho anche pensato di togliermi la vita. La fine di una storia è sempre un trauma, ma scoprire che una persona addirittura non esiste è uno choc psicologico”.

Condividi l'articolo

Lascia una risposta