Gina Lollobrigida ricoverata per femore rotto

 Paura per Gina Lollobrigida.

L’attrice 95enne è ricoverata da ieri in un ospedale di Roma per la frattura di un femore in seguito ad una caduta in casa.
Secondo le prime informazioni, le sue condizioni non sarebbero preoccupanti, ma dovrà comunque sottoporsi ad un intervento chirurgico in programma già domani. Già quattro anni fa la Lollo era finita in ospedale proprio per un incidente domestico che la costrinse a saltare un’intervista televisiva. In quell’occasione l’attrice fu presa in cura dai sanitari del Sant’Eugenio e dimessa un paio di giorni dopo.
Solo pochi giorni fa il nome della Lollobrigida, vincitrice di sette David di Donatello nella sua lunga carriera sul set, è tornato sui giornali per la sua candidatura a Latina al collegio uninominale del Senato, e in altre circoscrizioni nel plurinominale proporzionale, per la lista ‘Italia sovrana e popolare’, che riunisce Partito comunista, Patria socialista, Azione civile, Ancora Italia e Riconquistare l’Italia.
Un’esperienza, quella politica, già tentata dall’attrice alle Europee del 1999, nella lista dei Democratici. Allora ottenne circa 10mila preferenze senza però essere eletta.
Lo scorso 4 luglio la ‘bersagliera’ del cinema italiano ha spento le sue 95 candeline annunciando di essere al lavoro su un libro di disegni. Dopo l’epoca d’oro negli anni ’50 e ’60, infatti, l’attrice si è dedicata alla fotografia e all’arte.
“Sono stata forse viziata – ha detto di sé -, continuo a lavorare sempre, mi sento che ho molte cose ancora da dire e spero di avere il tempo di poterle realizzare”.
Dal 2021 la diva ha un amministratore di sostegno nominato dal Tribunale per tutelare il suo patrimonio, così come richiesto nell’azione legale dal figlio Andrea Milko Skofic. A preoccupare la famiglia è la figura dell’ex manager dell’attrice, Andrea Piazzolla, rinviato a giudizio con l’accusa di circonvenzione di incapace. Con lui è finito a processo anche Antonio Salvi, l’uomo che avrebbe fatto da intermediario con una casa d’aste per la vendita di circa 350 beni di proprietà della Lollobrigida. “Ho diritto di vivere ma anche di morire in pace”, le parole in lacrime dell’attrice in diretta televisiva. “Andrea non ha mai sbagliato. È una persona brava e per il fatto che mi ha aiutato sta avendo dei guai terribili – disse -. La vita è mia ed io decido cosa farne. Fare dei regali ad Andrea e la sua famiglia è una cosa che riguarda me, nessun’altro”.

Condividi l'articolo

Lascia una risposta